Classifica JAZZ
Letter From Home

Pat Metheny
Pat Metheny ha sempre avuto la pretesa di non restare mai fermo; e questa caratteristica, che molti puristi del jazz hanno sempre giudicato anche con un certo senso critico, alla fine risulta essere uno dei suoi pregi maggiori. Con la curiositÓ di un bambino, Metheny si Ŕ sempre divertito a fare di tutto e di pi¨, a collaborare con Bowie come con Ritche Blackmore, a proporre un purissimo jazz anni '30, e un delicato soft fusion. Questo disco, abilmente progettato intorno all'idea di Metheny di aprire la sua musica all'elettronica, nasce all'ombra di un musicista straordinario come il tastierista Lyle Mays che riesce ad accompagnare il chitarrista a un confine rischioso e mai toccato prima. La sua chitarra ne esce distorta, amplificata, digitalizzata in mille toni diversi, con i quali Metheny si diverte a giocare e a creare nuove sonoritÓ che si combinano con le percussioni classiche di Pedro Aznar e gli altri strumenti del gruppo. Un disco complesso e ispirato che piacerÓ a chi senza troppi sofismi ama anche chi cerca di rendere popolare un genere elitario per definizione.


Ascolta i 30" dei brani nella Music Machine
1.Live in Paris
2.Come Away With Me
3.Contemporary Jazz Guitar
4.The K÷ln Concert
5.Concerto Jazz
6.Finding Forrester
7.Kind of blue
8.Friday Night In San Francisco Live
9.Letter From Home
10.Secret Story
In caso di problemi tecnici scrivi a: messaggeriehelp
SOCIETA' PER AZIONI - Cap. soc. (i.v.) Ç 1.000.000,00 - C.C.I.A.A. Milano n. 755649
Iscriz. Trib. di Milano n. 135157/3405/7 - Codice Fiscale e Partita I.V.A. n. 00815940150 - C.C. Post. 00500272
Sede Legale / Uffici Amministrativi: 20122 Milano Galleria del Corso 2
Cert. ISO 9002 N. Q.00.376 rilasciata da SGS ICS srl